SEI IN: HOME PAGE >> Aziende USL >> Asl L'Aquila >> Dipartimenti Cerca 
   Vai...   
 
  D.P.

Regione Abruzzo

AZIENDA USL L'AQUILA

DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE

 

 

FUNZIONI, COMPITI, OBIETTIVI

 

 

IL RAPPORTO CON GLI UTENTI

 

ASSETTI ORGANIZZATIVI

IL RIMBORSO

 

INDICATORI E STANDARD DI QUALITA'

LA TUTELA E LA VERIFICA

 

LE PROCEDURE

 

 

Il Dipartimento di Prevenzione è una unità organizzativa della Azienda Sanitaria Locale dotata di autonomia tecnico-gestionale e di budget deputata all'attuazione dell'assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro definita dal D.Lgs. 502/92, come modificato dal D.Lgs. 229/99, primo livello essenziale di assistenza.
Esso garantisce la tutela della salute collettiva, negli ambienti di vita e di lavoro, perseguendo obiettivi di promozione della salute, prevenzione delle malattie e delle disabilità, miglioramento della qualità della vita.
Il Dipartimento assicura l'integrazione delle singole unità operative per il raggiungimento degli obiettivi di salute della popolazione, adeguando la propria operatività ai principi dell'efficienza e dell'economicità
.


FUNZIONI, COMPITI ED OBIETTIVI

Il Dipartimento di Prevenzione garantisce le funzioni di prevenzione collettiva e sanità pubblica quali:

  • valutazione epidemiologica dello stato di salute della popolazione attraverso la pianificazione, gestione e valutazione dei sistemi informativi pertinenti;
  • prevenzione, verifica e controllo, ed eliminazione dei fattori di rischio (fisici, chimici, biologici, impiantistici, comportamentali) negli ambienti di vita e di lavoro;
  • prevenzione di tutti gli eventi morbosi e della disabilità;
  • promozione della salute ed educazione sanitaria della popolazione dei singoli e delle comunità alla tutela della salute e alla sicurezza;
  • informazione e formazione per la prevenzione dei rischi e per la sicurezza: ai singoli, ai gruppi, alle comunità, alle rappresentanze sociali ed alle associazioni, alle categorie imprenditoriali, alle categorie istituzionali;
  • controllo, vigilanza ed ispezione igienico-sanitaria e di sicurezza degli ambienti di vita e di lavoro. La funzione di vigilanza si inserisce nel complesso più ampio delle attività di prevenzione, quali quella della informazione, della formazione, della assistenza e di tutte le altre possibili attività che promuovono la prevenzione della salute nella collettività. Tale attività è quindi promossa garantendo un approccio interdisciplinare che si avvale del coordinamento delle Unità Operative del Dipartimento;
  • pianificazione, gestione e valutazione dei sistemi informativi pertinenti lo stato di salute della popolazione;
  • supporto tecnico-amministrativo all'Autorità Sanitaria Locale, e supporto tecnico-sanitario alle funzioni amministrative di competenza degli Enti Locali Territoriali;
  • controlli impiantistici e tecnologici preventivi e periodici;
  • sanità pubblica veterinaria (sorveglianza epidemiologica delle popolazioni animali, prevenzione delle condizioni morbose delle popolazioni animali, farmacovigilanza veterinaria, igiene delle produzioni zootecniche, controllo igienico-sanitario degli alimenti di origine animale);
  • tutela igienico sanitaria degli alimenti; sorveglianza e prevenzione nutrizionale;
  • prevenzione diagnosi e cura della tubercolosi e delle malattie polmonari sociali (asma, bronchite cronica, enfisema polmonare, insufficienza respiratoria, tumore polmonare, tabagismo);
  • tutela sanitaria delle attività sportive;

TORNA SU

 

ASSETTI ORGANIZZATIVI

  • il Dipartimento di Prevenzione gestisce, promuove e coordina azioni finalizzate e progetti integrati di intervento rivolti a indagare, conoscere, prevenire e rimuovere i rischi e le cause di infortunio, malattia e disagio in tutte le situazioni in cui la salute della popolazione viene esposta ad agenti di origine ambientale, umana o animale
  • attraverso la sua organizzazione l'Azienda U.S.L. realizza un modello di gestione programmata della medicina preventiva, basata sulla specificità ed omogeneità delle funzioni di sanità pubblica, nel loro complesso intese come sistema specialistico integrato di azioni, promozioni e progetti finalizzati alla promozione della salute
  • integra le potenzialità (culturali, scientifiche, politiche, istituzionali, sociali ed economiche) della comunità di riferimento, finalizza ed orienta risorse tra loro affini o complementari anche se afferenti a contesti organizzativi diversi; coinvolge attivamente nella partecipazione, gestione e realizzazione di progetti specifici operatori di diverse discipline appartenenti ad altre strutture funzionali della Azienda U.S.L., con particolare riferimento per gli operatori dei Distretti e di altri Dipartimenti assistenziali
  • partecipa alla redazione dei programmi di attività, sia generali che specifici, dell'Azienda U.S.L., formulando proposte di intervento
  • mantiene i rapporti con le altre strutture della prevenzione, in particolare con l'Agenzia Regionale per la tutela dell'Ambiente e con l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale
  • favorisce l'integrazione tra le Unità Operative, la comunicazione e l'integrazione interna ed esterna in particolare con i Distretti ed i Dipartimenti ospedalieri
  • promuove la qualità delle prestazioni
  • promuove il mantenimento delle conoscenze e delle competenze tecniche e professionali attraverso la sistematizzazione di programmi di formazione di aggiornamento e ricerca.

    TORNA SU

     

    FATTORI, INDICATORI E STANDARD DI QUALITÀ

    Il Dipartimento si è posto l'obiettivo, che rientra nell'ambito delle proprie attività, di costruire un "albero delle qualità" sulla base dell'esperienza dell'utente e sulle cui esigenze si è tentato di individuare fattori di qualità oggettivi e soggettivi, che siano pienamente rispondenti alle attese di quest'ultimo. l'esperienza dell'utente, punto di partenza per un'analisi che si prefigge di promuovere la qualità nei servizi offerti, è risultata così sintetizzata:

    • inoltro istanze e reclami
    • richieste di interventi e sopralluoghi
    • pagamenti e rimborsi
    • accesso alla struttura
    • sopralluoghi ed istruttorie
    • attività di informazione ed assistenza
    • attività di consulenza ed educazione sanitaria
    • relazioni con il personale
    • consegna documentazione per conclusione procedimenti
    • prenotazione delle prestazioni
    • attesa
    • visita specialistica
    • esami strumentali
    • consegna documenti e referti

      i fattori di qualità ottenuti dall'analisi della percezione della qualità del servizio sono:

      • il tempo (tempestività, puntualità e regolarità nei servizi offerti)
      • la semplicità delle procedure (possibilità di effettuare richieste per via telefonica, facilità degli adempimenti amministrativi)
      • l'informazione relativa al servizio erogato (comprensibilità, chiarezza, completezza)
      • l'orientamento e l'accoglienza all'ingresso, comprensivi della segnaletica, del Servizio di Segreteria dipartimentale ed a livello di Unità Operativa e della informazione (orari e collocazione dei servizi, nomi dei responsabili, modalità di richiesta)
      • le strutture fisiche
      • le relazioni sociali ed umane, approntate ad un rapporto trasparente e costruttivo con l'utente

      I fattori di qualità sono stati poi trasformati in indicatori di qualità dei servizi in relazione ai quali sono stati associati standard di riferimento. Il Dipartimento si impegna inoltre a realizzare, nell'ambito di un processo di miglioramento continuo e di verifica da parte degli utenti, gli impegni assunti.
      Il Dipartimento stabilisce gli indicatori di qualità, degli specifici ambiti di ciascuna Unità Operativa in cui esso è articolato con particolare riferimento a:

      • alla disponibilità delle informazioni e rapporti con gli utenti (Sportelli informativi istituiti presso le Unità Operative, realizzazione della Carta dei servizi ed altro materiale informativo)
      • alle prestazioni (inoltro istanze, richieste di interventi e sopralluoghi, consegna documentazione per conclusione procedimenti, consegna documenti e referti, semplificazione delle procedure)
      • all'accesso alle strutture Dipartimentali
      • ai pagamenti e rimborsi
      • alla partecipazione e tutela (suggerimenti, osservazioni, reclami)

      TORNA SU

       

      SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE

      Nel rispetto della normativa inerente la semplificazione delle procedure tecnico-amministrative il Dipartimento di Prevenzione garantisce:

      • la conoscibilità degli atti relativi alla disciplina e alla prestazione dei servizi, razionalizzando, riducendo e semplificando le procedure adottate
      • la riduzione degli adempimenti richiesti agli utenti, fornendo chiarimenti su di essi
      • l'adozione di formulari uniformi e la semplificazione dei sistemi di prenotazione e delle forme di pagamento delle prestazioni

      TORNA SU

       

      IL RAPPORTO CON GLI UTENTI

      Il Dipartimento di Prevenzione promuove l'informazione sulle prestazioni erogate e sulle relative modalità di fruizione, nell'ambito del diritto di accesso e partecipazione al procedimento amministrativo ai sensi della Legge 7 agosto 1990, n. 241. A tal fine si impegna ad agevolare gli utenti nell'esercizio dei diritti e nell'adempimento degli obblighi. A tal fine:

      • presso ciascuna Unità Operativa è istituito uno Sportello informativo, in particolare per le modalità giuridiche e tecniche di espletamento dei servizi e per l'accesso ai registri ed agli archivi, nei modi e nei termini previsti dalle leggi e dai regolamenti in vigore
      • è promossa la diffusione di materiale informativo e divulgativo con particolare riferimento alle condizioni economiche e tecniche per l'erogazione dei servizi
      • è garantita la possibilità da parte degli utenti di richiedere informazioni anche telefonicamente
      • il Dipartimento garantisce che le Unità Operative non restringano le condizioni di esercizio dei diritti degli utenti

        TORNA SU

         

         

        RIMBORSO

        il Dipartimento di Prevenzione assicura agli utenti il rimborso delle somme percepite per servizi non effettuati.

        TORNA SU

         

         

        LA TUTELA

        il Dipartimento di Prevenzione garantisce la tutela del cittadino rispetto ad atti o comportamenti che arrechino disservizi ovvero precludano o rendano difficoltosa la fruibilità delle prestazioni erogate, con particolare riferimento alle violazioni di leggi o regolamenti di disciplina dei compiti istituzionali.

        la proposizione di suggerimenti, osservazioni, segnalazioni, opposizioni, denunce o reclami in via amministrativa, favorevolmente accolti nella prospettiva del miglioramento continuo nei servizi offerti, non impedisce né preclude la proposizione di impugnative in via giurisdizionale.

        i reclami sono effettuati conformemente al "Regolamento di gestione del reclamo" contenuto nella Carta dei servizi dell'Azienda U.S.L. n. 4 di L'Aquila e con riferimento alle competenze dell'Ufficio Relazioni con il Pubblico istituito presso la medesima Azienda.

        TORNA SU

         

        VERIFICA DEGLI IMPEGNI E ADEGUAMENTO ORGANIZZATIVO

        il Dipartimento di Prevenzione garantisce la verifica dell'attuazione degli impegni assunti attraverso la realizzazione di indagini sul grado di soddisfazione dei cittadini-utenti (somministrazione di questionari, indagini campionarie, osservazione diretta tramite gruppi di monitoraggio misti)i risultati di tali indagini sono resi pubblici attraverso adeguate forme di comunicazione.

        TORNA SU

         

         

        TORNA DIETRO